Quando Tripadvisor rimuove una recensione negativa… nei suoi confronti

L'esperienza di un albergatore che chiede la rimozione di una recensione inserita su Tripadvisor e in cambio riceve l'eliminazione del suo commento su Facebook

Oggi vi vorrei parlare di un argomento molto scottante all’interno del web: le recensioni di Tripadvisor.

Un tema dibattuto da anni che da sempre divide gli albergatori dai clienti che recensiscono gli hotel. Se da un lato i clienti degli alberghi sono sempre ben contenti del servizio offerto dal portale, altrettanto non si può dire dei proprietari di hotel. Il dibattito riguardo la veridicità delle recensioni di Tripadvisor prosegue da anni con numerose lamentele da parte degli albergatori che contestano sostanzialmente la non veridicità di tutte le recensioni e la sostanziale impossibilità di “difendersi” dalle recensioni false. In seguito a questo Tripadvisor si è adoperato per predisporre degli strumenti (come ad esempio la pagina del proprietario) a favore dei gestori delle strutture.

Leggi anche la mia tesi di laurea “Web 2.0 e implicazioni per il marketing turistico: il caso Tripadvisor

Oggi vi vorrei però parlare dell’atteggiamento 2.0 adottato dal più grande portale di consigli di viaggio esistente al mondo ( ad oggi si contano 35 milioni di recensioni e opinioni inserite dagli utenti). Per farlo mi affido alle parole di Filippo Rossi, Sales & marketing Manager del Saturnia Tuscany Hotel.

Ecco la sua storia, che mi racconta via mail:

“Il 5 settembre abbiamo ricevuto una recensione su Tripadvisor (http://www.tripadvisor.it/Hotel_Review-g677309-d736303-Reviews-Saturnia_Tuscany_Hotel-Manciano_Tuscany.html#REVIEWS) di una persona che ha giudicato il nostro hotel come Pessimo, pur esplicitando il fatto di non essere mai stato nostro ospite, affermando che, sta scrivendo tale recensione, in quanto non “gli è stata data la possibilità di soggiornare da noi” perché possessore di un cofanetto smart-box.

Dopo aver letto la recensione, sono andato sul form e ho chiesto di poterla togliere pensando subito al danno che poteva procurare all’hotel e successivamente il direttore dell’albergo ha voluto rispondere in prima persona.
Inoltre ho scritto una email ad assistenza@tripadvisor.it in data venerdi17 settembre 2010,( già la data non auspicava nulla di buono..:) ) scrivendo, più che una lamentela, una lettera aperta che riporto qui sotto.

Buongiorno sono Filippo rossi,
sono responsabile commerciale e marketing del Saturnia tuscany hotel, vi sto scrivendo perché credo e sono convinto che, Tripadvisor sia di necessaria importanza per lo sviluppo, sia di immagine che, di conseguenza, commerciale per qualsiasi hotel , in quanto ha delle caratteristiche che ovviamente la maggior parte delle strutture che sono inserite conoscono molto bene..e del quale io (noi) ci avvaliamo per far vedere ai nostri ospiti ed a quelli futuri quale è la nostra filosofia di lavoro, e debbo dire che, pur non potendo soddisfare tutti, abbiamo una grande consenso.
Ma non è per questo motivo che vi sto contattando, lo sto facendo perché a mio malincuore è già la seconda volta che riceviamo una recensione negativa, anzi dire pessima, da persone (e qui non utilizzo il termine ospiti) che non trovandosi d’accordo con le nostre politiche commerciali, danno un giudizio dell’hotel classificando i vari punti ad esempio pulizia camere, qualità del sonno stanze, etc.. come pessimi.
Da parte nostra non arriverà mai e dico mai una richiesta di cancellazione di recensione, fatta da parte di un ospite che ha provato la nostra esperienza, ma arriverà, come sta arrivando, una richiesta di cancellazione, per una recensione fatta da chi non è mai stato e soggiornato in hotel, perché in questo caso ci procura un notevole danno di immagine e di conseguenza commerciale.
Spero in una vostra celere risposta.
Cordiali saluti e buon lavoro.
Dr. Filippo Rossi

Sales & Marketing Manager

Saturnia Tuscany Hotel

Dopo aver inviato per 3 volte la mail, senza ricevere risposta alcuna, ho pensato di andare a scrivere sulla bacheca della pagina istituzionale di Tripadvisor.it su Facebook, scrivendo quanto segue:

“Buona sera sono Filippo Rossi Sales & Marketing Manager del Saturnia Tuscany Hotel, sto scrivendo qui su facebook in quanto volevo raccontare la mia esperienza “professionale” con tripadvisor.
Ormai diversi giorni fa abbiamo ricevuto una recensione pessima riguardante il nostro hotel, una recensione scritta, come ammette il diretto interessato, da una persona che non ha mai né visto né soggiornato presso di noi e quindi non posso capire come possa giudicare come pessimi servizi come: pulizia, personale, posizione etc..
l’utente con nick taxi driver si lamenta del fatto che non le è stata data una disponibilità per una prenotazione con cofanetto smart box non sapendo( e questo per mancanza grave da parte dell’azienda smart box) che la disponibilità è su richiesta e che acquistare un cofanetto non vuol dire acquistare una camera di hotel, ma acquistare la possibilità di avere una camera di hotel.
Il motivo per il quale sto scrivendo qui è per manifestare la mia delusone nei confronti di TP..il portale più grande al mondo in materia di recensioni turistiche, che ha fatto del dialogo e dell’ascolto un suo punto di forza ,che invita gli utenti a raccontare le proprie esperienze, e che invita le strutture ad ascoltare queste esperienze…ma che non ascolta l’esperienza di un suo cliente, (in questo caso il saturnia tuscany hotel) che le chiede aiuto e le chiede assistenza.”

Tripadvisor: il messaggio che è stato poi eliminato dalla bacheca
Tripadvisor: il messaggio che è stato poi eliminato dalla bacheca

Ecco l’atteggiamento adottato dallo staff di Tripadvisor: non solo non è stata data alcuna risposta al messaggio inserito da Filippo, ma l’amministratore della pagina ha proceduto alla rimozione del messaggio in bacheca (con tutte le repliche inserite dai fan) e l’utente Filippo Rossi è stato bannato dalla pagina Tripadvisor.it.

Ci tengo a segnalare che lo screenshot che riporta il messaggio in bacheca non è quello originale (purtroppo di quello non è stato fatto uno screenshot), ma un nuovo post inserito ieri (con un altro profilo di Filippo) che, come si può vedere da uno screen di oggi che riporto di sotto, è stato nuovamente rimosso!

Screenshot della pagina ufficiale di Tripadisor.it, in data 1 ottobre 2010
Screenshot della pagina ufficiale di Tripadisor.it, in data 1 ottobre 2010

Credo che da questo post ne potrebbe venire una discussione interessante e lascio a voi lettori la parola :)

email

Comments (48)

  1. Noi di Openitaly.net adottiamo una politica di tutela nei confronti delle strutture, effettuando un controllo preventivo su TUTTE le recensioni e notificando alla struttura stessa l’aggiunta di una recensione sulla loro pagina, così da permetterne una immediata rimozione in caso di calunnia o dichiarazioni non veritiere.

    Purtroppo Tripadvisor si scontra con lo scollamento pesante che ha con il territorio, volendo abbracciare l’intera realtà mondiale.

    Openitaly.net lavora ESCLUSIVAMENTE in Italia con clienti italiani, riuscendo a dare un servizio clienti ineccepibile.

    Saluti, Lo Staff

  2. Purtroppo rimango anche io senza parole. E non sono sicuramente prevenuto nei confronti di Tripadvisor. Condivido a pieno le logiche del web 2.0, ma questo atteggiamento da parte di Tripadvisor mi lascia senza parole.

  3. Onestamente mi sembra una politica alquanto discutibile, se non altro perché fatta senza interloquire o rispondere ai responsabili della struttura. In minube cerchiamo senza dubbio di difendere l’utente in primis, in quanto a priori siamo per l’onestà intellettuale delle persone, però chiaramente siamo aperti al dialogo con punti di vista diversi.
    Un saluto!

  4. A mio parere TripAdvisor non sta applicando una politica corretta. Oltretutto credo sia doveroso sentire sempre due campane. Mi aspetto che la società prenda dei seri provvedimenti nei confronti dell’amministratore della pagina e tuteli l’immagine di quell’utente che come ci ha “dimostrato” è stato impossiblitato a dire la “sua” opinione in merito.

  5. Condivido sul fatto che la politica di Tripadvisor sia discutibile. Per quanto riguarda i provvedimenti della società (ovvero di Facebook), penso che difficilmente verranno intraprese delle azioni nei confronti degli amministratori della pagina di Tripadvisor.it; questo perchè il regolamento di Facebook non vieta agli amministratori di una pagina di rimuovere post inseriti dai fan.

  6. Provo ad indovinare: gli addetti di TripAdvisor, per quanto riguarda lato IT ‘Pagina Facebook’, non sono stati ben formati in ambito di logiche 2.0, quindi hanno reagito di conseguenza in preda alla paura…e voglio pensare così….e spero, anche perchè un’azienda estera di tale proporzioni non penso abbia come obiettivo lo scontro con gli utenti, anzi.

    Immagino che una volta valutata la situazione agiscano di conseguenza….

    Un feedback negativo o positivo rimanere comunque un feedback… 😉

  7. Beh, va anche detto che invece di chiedere la rimozione della “recensione” l’albergo in questione avrebbe potuto (come fanno altri albergatori) inserire una reply diretta al messaggio dando le proprie spiegazioni, perché se è vero che la persona in questione non ha soggiornato nell’hotel, è altrettanto vero che dava un’informazione assai utile: in quell’albergo c’era posto ma non per chi aveva acquistato tramite smart box (e chiedeva posto per circa un mese dopo, non per quella sera stessa!). politica discutibile, di cui come possibile futuro cliente sarei stata contenta di venire a conoscenza

  8. Non è facile ottenere la cancellazione di una recensione su Tripadvisor, ma sopratutto non è facile ottenerla in tempi brevi.

    Dalla mia esperienza posso affermare che di solito rimuovono le recensioni di chi non ha soggiornato in hotel (sopratutto se lo ammette nello stesso commento), ma a Tripadvisor, per valutare, servono sempre dalle due alle sei settimane. Il che significa, cari albergatori, che se il commento inopportuno arriva a fine giugno ve lo tenete anche per tutta l’estate.
    In ogni caso è necessario scrivere più di una mail, inviare più di una segnalazione.
    Dal lato “hotel” è sempre un po’ logorante avere a che fare con Tripadvisor. Vale anche il contrario, ovvio.

    In questo caso, però, ai signori di Tripadvisor sarebbe bastato rispondere alle mail del signor Filippo e informarlo di aver preso in esame la richiesta; si sarebbero risparmiati il commento su Facebook.
    O una volta su Facebook sarebbe bastato rispondere al commento con un “verifichiamo e le faremo sapere”; si sarebbero risparmiati questo polverone.

  9. Se scegli di scendere in campo su Facebook non puoi prenderti 6 settimane per valutare. Se te le vuoi prendere, resti nella tua gabbia dorata e lasci perdere Facebook e affini, no?

  10. Frenci, io però separerei il rispondere dal risolvere.

    Su Tripadvisor è tutto lento: sono lenti ad approvare, a modificare, a pubblicare le foto, ad approvare le repliche della direzione, a cancellare le recensioni false/errate.
    Per queste ultime arriviamo anche alle sei settimane.
    Ma il problema adesso non è la lentezza.

    Ciò che è veramente sbagliato è che spesso non ti fanno nemmeno sapere se la tua richiesta è in esame, se l’hanno letta, se stanno valutando, niente.

    Ecco, su Facebook questo atteggiamento non va proprio bene (non va bene nemmeno fuori da Facebook, ma soprattutto su un social-coso).

    Su Facebook non dovevano risolvere, dovevano rispondere.
    Non gli consiglierei di lasciar perdere Facebook perché sono lenti a cancellare/pubblicare, ma perché non hanno ancora capito che se mi fai mandare tre mail di segnalazione senza calcolarmi io sbrocco. E se hai Facebook, è lì che vengo a sbroccare.

  11. Caro Tripadvisor, allora anche a te danno fastidio le recensioni “scomode”! Proprio te che ti batti per la libertà di recensire sventolanda la bandiera del web 2.0… Ma che bell’esempio!!!
    Quando qualcuno scrive qualcosa contro di te…zac! Si taglia, così nessuno vede….
    Complimenti, bravi!

  12. Sono felice dell’accaduto. Ovviamente non per l’hotel. Sono anni che scrivo che TA è un specchio per allocchi. Magari allodole. Adesso, e non è la prima volta, si smaschera per quello che è. Un luogo dove la delazione è incontrollata. Banalmente perchè vengono scritti post ANONIMI. Ed è inquitante che venga letto. Ma è lo specchio dei tempi. Non solo del nostro paese. Spiare dal buco della serratura e poi sparlare. Possibilmente dietro un nick name. Il post avrebbe potuto fermarsi dietro la firma: ‘taxi driver’. Da lì si poteva intuire tutto. Forse un pò più arrapante poteva essere samantha69. Chissà cosa avrebbe scatenato nel popolo bue della delazione un commento di siffatto utente …
    Beato come diceva Oscar a chi crede ancora nelle favole.

  13. @ilabas è stata fornita una risposta che probabilmente non è stata ancora pubblicata da Tripadvisor. Vorrei precisare inoltre che su Tripadvisor, nella sezione “scrvivi una recensione”, è scritto chiaramente “scrivi la recensione di un hotel, di un ristorante o di una località che hai visitato.” Di conseguenza, secondo le politiche dello stesso Tripadvisor, la recensione in questione non è legittimata ad essere inserita in quanto la persona non ha “visitato” l’hotel.

  14. Rimane un feedback e per giunta il passaparola negativo generato da questo post andrà ad influire sulla brand reputation del sito internet. Penso che questa loro azione di censura sia stata molto negativa anche per i risvolti di immagine

  15. @dplastino concordo, bastava un atteggiamento più consono da parte di Tripadvisor. Bastava che rispondesse alla mail fornendo delle indicazioni in merito e soprattutto che, al posto di cancellare il post in bacheca sulla pagina, rispondessero a questo in maniera adeguata.

  16. @Davide non condivido la tua opinione su Tripadvisor. Certamente TA non è perfetto e sicuramente la gestione degli utenti (e mi riferisco anche agli utenti proprietari di strutture ricettive) non è perfetta, ma non si può negare come TA abbia portato una rivoluzione nel mondo del turismo. Tripadvisor è un sito, o meglio un portale utilissimo in quanto fornisce una moltitudine di informazioni gratuite ed utilissime per tutti coloro che devono fare un viaggio; il rovescio della medaglia è probabilmente dato dall’utilizzo che alcuni (fortunatamente la minoranza) utenti lo utilizzano senza criterio e forse l’azienda proprietaria è troppo consapevole dell’importanza di Tripadvisor nelle scelte di vacanza degli utenti.

  17. Condivido le critiche alla mancata risposta e alla forzata cancellazione della protesta. Per spirito di inutile precisione, sottolineo però che da linee guida del sito l’esperienza può essere limitata “anche solo a livello di assistenza al pubblico”. secondo me la telefonata per la prenotazione ci rientra alla grande. ma capisco non essere questo il tema del post

  18. Anch’io sono stato bannato dallo stesso “soggetto” per AVER DISSENTITO a delle manifeste idee oltraggiose espresse in + d’una circostanza da alcuni E.L. in forum pubblico nel cosiddetto “caffè dei viaggiatori” e, le mie educate risposte dissenzienti sono state cancellate.
    E’ INAUDITO come non ammettano una forma di dialogo diversa dalla loro e,come trascendano a volte nell’inneggiare l’irregolarità e il non rispetto alle regole e leggi, altro chè recensire …. .
    Ma poi fate caso, che i loro E.L. = esperti locali ANNOVERANO MINIMISSIME RECENSIONI E CENTINAIA d POST ..

  19. Segnalo a tutti voi che proprio ieri pomeriggio ( che coincidenza :-) ) è arrivata la risposta di Tripadvisor. In sintesi si scusano per il ritardo nella risposta, specificando però che la recensione è in linea con le linee guida e che quindi non potrà essere rimossa.
    Nessun accenno al post inserito da Filippo Rossi nella bacheca di Tripadvisor.it e per due volte rimosso.
    La lettera completa è stata pubblicata da Filippo in una nota di Facebook e si può trovare qui http://www.facebook.com/home.php?#!/note.php?note_id=10150297747510473&ref=notif&notif_t=like

  20. Sinceramente ritengo questo atteggiamento di tripadvisor l’anti 2.0!!!

    Le considerazioni fatte su facebook dall’utente Filippo riguardo la recensione sul Saturnia Tuscany Hotel erano scritte con toni garbati ed in modo costruttivo….

    Non credo sia nella politica dei social network bannare senza rispondere, così come credo che sia alquanto scorretto pubblicare recensioni negative di utenti che non hanno effettivamente soggiornato nella struttura.

  21. Per capire TA è sufficiente leggere con attenzione la loro pagina “chi siamo” http://www.tripadvisor.it/pages/about_us.html
    dove si legge chiaramente: “TripAdvisor ed i siti che costituiscono il TripAdvisor Media Network sono società di Expedia, Inc.”
    Basta questo per capire che TA ha scopo di lucro. 35 milioni di recensioni sono milioni di profili (con indirizzi email) con indicazioni di viaggio/vacanza/preferenze etc.. che Expedia ottiene “gratuitamente”. Nessuna ditta al mondo potrebbe chiedere di meglio.

  22. Il servizio di TA è scorretto, perché permette di fare recensioni e dire tutto e di più su di una struttura ricettiva, solo richiedendo una email a chi recensisce. Scrivere falsità è semplicissimo, visto che ci si nasconde dietro un nickname, una località di provenienza finta, una email (che si può ottenere facilmente sul web).
    Quando si esprime un’opinione, secondo me, bisognerebbe fornire tutti i dati per poter iniziare la discussione, il botta e risposta. Almeno per capire con chi si sta parlando, quali motivi hanno spinto a scrivere la recensione negativa (la maggior parte delle volte chi si trova bene, non si ricorda di condividere la bella esperienza con la comunità, al contrario di quelli che mal trattati non vedono l’ora di rifarsi).
    TripAdvisor garantisce invece l’anonimato…quindi la struttura ricettiva si vede arrivare cannonate, magari su commissione degli stessi concorrenti, per distruggere il suo brand, senza poter rispondere in maniera adeguata.
    Vi sembra giusto?
    Credo che TripAdvisor non sia da eliminare, ma dovrebbe cancellare l’anonimato. E allora, magari le parole pesanti che si scrivono nascosti sotto un nickname, forse, si alleggerirebbero un po’…

  23. C’è poco da fare…è ora di passare all’atteggiamento 3.0

    Direi che le conseguenze dell’esserci a tutti i costi, di comunicare “per forza” con i clienti anche quando questi non alcuna voglia di comunicare con noi, sono note a tutti.

    C’è bisogno di un cambio di mentalità. La recensione negativa sul proprio sito/blog può diventare un’arma di marketing letale se opportunamente gestita.

  24. E’ successa anche a me la stessa cosa, ovvero un cliente si è permesso di scrivere una recensione negativa sulla mia struttura senza averci mai messo piede, sinceramente anch’io mi sono stupita che sia stata pubblicata, ma poichè ammette di non aver mai soggiornato nel mio agriturismo confido nel fatto che le persone che leggono la recensione le diano scarso peso, io personalmente non darei troppa importanza ad un commetto basato sul NULLA!! Comunque è vero che la politica di smartbox confonde le idee alle persone e non è troppo chiara, e talvolta mette in difficoltà le strutture…

  25. @Andrea
    scusa il ritardo nella risposta … TA è di Expedia e qui potrebbe finire la discussione. TA è anonimo. Non è innovazione un sistema basato sull’anonimato che ahimè a volte è anche delazione. I contenuti e le opinioni sono sempre discutibili. Ci mancherebbe. Se però tu sapessi con chi discutere. Come stiamo facendo noi. Dove ognuno resta giustamente della propria idea o la cambia. La certificazione del contenuto è un argomento ‘biblico’ in rete. Non si parte però dall’anonimato per fare chiarezza. E tu mi insegni che a volte anche il falso e/o l’offesa non sempre è facile ‘cancellarla’ in rete. E per cancellarla intendo replicare. Anche perchè io adesso posso scrivere Andrea non sono in linea con la tua opinione. Tu altrettanto. Su TA questo non avviene. Personalmente non lo uso. Da tempo. Preferisco le relazioni. Quelle alla luce del sole. Ciao

  26. No comment , credevo fossero seri ma anche io sto riscontrando problemi con loro . ho richiesto di nonostante sia scaduto ed io abbia richiesto di togliere la mia struttura inserita come prova per un mese mi hanno detto che non lo possono fare . ASSURDO !!!

  27. sono stato un grande estimatore di triadvisor ma oggi mi rendo conto che non e’ piu affidabile!!! montagne di bugie pubblicate a danno di turisti ed operatori.

  28. PRIMA DI PERMETTERE DI SCRIVERE SUL VOSTRO SITO COSE NEGATIVE SU RISTORANTI ECC DOVETE PRIMA INFORMARE I PROPRIETARI E CHIEDERE GISTIFICAZIONI ANCHE PERCHE’CI SONO PERSONE CHE SCRIVONO UNA MAREA DI CAZZATE VEDI QELLE CHE ANNO SCRITTO AL MIO RISTORANTE SOLO PERCHE’ ANN0 SPESO TANTO SE NON CONOSCO I COSTI DEL PESCE FRESCO NON DICESSERO CAZZATE CI SONO RISTORANTI CHE FANNO MENU A 15,00 EURO ECC0 QUELLI SONO RISTORANTI CHE FANNO PER LORO …………… francesco

  29. Buongiorno, purtroppo la stessa cosa è successa anche al mio b&b. Mi sono ritrovato una recensione negativa dettata dalla cattiveria di alcune persone che volevano sconti sulle tariffe. Oggi, purtroppo ho trovato una recensione negativa anche su google fatta da una persona che non è mai stata al mio b&b: sono quasi certo che è stata fatta da un b&b concorrente. Ma la gente come può fidarsi di tutto ciò?

  30. la cosa piu’ bella e’ che alcuni albergatori, ve lo posso confermare, chiedono esplicitamente ai loro clienti abituaLI, addolciti da mega sconti e ” falsi” regali di lasciare commenti positivi sulla struttura…..se osservate attentamente, in alcuni casi, l’utente ha piu’ messaggi, positivi ovviamente e, guarda caso, seguono sempre ad una recensione non tanto positiva.
    La nuova moda e’ anche quella di pubblicizzare trip advisor esponendo i biglietti da visita al front desk ( per poi essere prontamente nascosti in caso di insoddisfazione del cliente).
    Le recensioni piu’ veritiere sono quelle dei portali quali booking.com ed expedia…

  31. Io invece da recensore “super” di Tripadvisor posso dirvi che spesso e volentieri sono gli stessi titolari delle attività presenti sul portale che si autocelebrano con account e recensioni fasulle, ovviamente super positive, per cui vi dico ben vengano le recensioni vere che sono quelle facilmente individuabili perchè scritte da recensori come il sottoscritto che ne ha oltre 100 al suo attivo. Io consiglio di evitare di leggere e dar credito alle recensioni superpositive o completamente negative di chi ha al suo attivo solo 1 o 2 recensioni e spesso per lo stesso locale o il locale del concorrente in zona.

  32. La mia esperienza:
    – sono mesi che Tripadvisor ignora la mia richiesta di inserimento di un nuovo locale di Roma;
    – un hotel di Booking.com col “pollice su” (quindi garantito e verificato da Booking.com) faceva pena; ho chiesto di andarmene senza penali e me l’hanno permesso, a patto che non pubblicassi recensioni negative. Inoltre durante la prenotazione appare “solo 1 rimasta” (o 2) per mettere ansìa e far chiudere in fretta la prenotazione; chiudendo e riaprendo dopo la prenotazione, il numero non cambia.

  33. sono daccordo con filippo quelli di tripavisor sono dei truffatori legalizzati dal web, se tutti gli pagassimo l’abbonamento vedreste che le recensioni negative non ci sarebbero, anche io ho avuto una recensione negativa, ho scritto a tripadvisor, ma non ho mai avuto alcuna risposta.Penso che questa storia sia con trip che con i clienti fasulli come loro, cambiera’, se tutti noi albergatori del Mondo creassimo un forum contro trip, scomparirebbe. siete daccordo? Paola

  34. sono daccordo con filippo quelli di tripavisor sono dei truffatori legalizzati dal web, se tutti gli pagassimo l’abbonamento vedreste che le recensioni negative non ci sarebbero, anche io ho avuto una recensione negativa, ho scritto a tripadvisor, ma non ho mai avuto alcuna risposta.Penso che questa storia con trip e con clienti fasulli come loro cambiera’, se tutti noi albergatori del Mondo creassimo un forum contro trip, scomparirebbe. siete daccordo? Paola

  35. Io tempo fa sono stata contattata da un’amica perchè scrivessi una falsa recensione positiva su tripadvisor per il ristorante del fratello. L’ho fatto perchè è un’amica e mi scocciava dirle di no, e poi ho pensato che almeno non stavo scrivendo nulla di negativo e non avrei danneggiato nessuno. Ora, visto che sono passati alcuni mesi dalla recensione, mi sarebbe piaciuto toglierla ma credo che non sia possibile. Qualcuno sa come potrei fare?

  36. Ciao Dani, per rimuovere la tua recensione puoi andare alla pagina http://www.tripadvisor.it/UserReviewSupport, selezionare l’opzione “Rimuovi la mia recensione” e seguire la procedura. Probabilmente non sarà immediata la rimozione. Volevo chiederti se avevi piacere di rispondere ad alcune domande rispetto a questa tua esperienza (senza fare il nome del ristorante, solo per capire più a fondo la vicenda e poterne scrivere un articolo). Se sei interessata puoi contattarmi direttamente via mail a andreapruiti86@gmail.com

  37. Io non sono un proprietario di Hotel ma un cliente , purtroppo ho avuto una esperienza negativa con questo sito : non faro’ piu’ recensioni in quanto ad Ottobre ho effettuato una recensione negativa sull’Hotel ” Villa San Paolo ” di San Gimignano e non mi e’ stata pubblicata , l’ho riscritta togliendo qualche termine forse un po’ pesante ma nulla da fare … per farla breve avevo fatto una cattiva recensione per la presenza delle cimici sia nelle camere che negli spazi comuni , una cosa molto grave direi per un Hotel ! A questo punto deduco che il sito non e’ assolutamente credibile in quanto sono convinto che ai proprietari degli Hotel che hanno qualche sorta di collaborazione con Tripadvisor non vengono pubblicate le cattive recensioni !!! Che senso ha pubblicare sono le recensioni positive ( per gli Hotel convenzionati con Trip. ) ed invece per gli Hotel che non collaborano non c’e’ nessun filtro ??? Se andate a vedere per Es ” Villa San Paolo ” ha soltanto recensioni positive ma ricordo bene che molti clienti si lamentavano per la presenza delle cimici … Adesso che ho capito il ” meccanismo ” non mi basero’ piu’ sulle recensioni di questo sito !!! banchero.roberto@live.it

Pingbacks list

Leave a reply

Scrivi ora il tuo commento