Pubblicità su Facebook: cambia la geolocalizzazione in Italia

In recenti articoli ho parlato della promozione su Facebook, spiegando con una guida come fare pubblicità su Facebook ed analizzando poi le ultime modifiche nel sistema di advertising del social network realizzate ad ottobre.

Come sappiamo lo staff di Palo Alto non dorme mai sugli allori e ogni giorno le funzionalità del sito vengono modificate, testate ed implementate per migliorarne l’utilizzo da parte degli utenti. E’ arrivato ora il momento per Facebook di modificare le impostazioni relative alla scelta del target geografico nelle pubblicità in Italia.

Italia

Vediamo cosa cambia.

Ad aprile 2015 sono state realizzate nuove modifiche al sistema, che hanno riguardato anche la geolocalizzazione. Consultabili nell’articolo “Inserzioni facebook“.

Esclusione dei luoghi

Questa a mio avviso è la modifica più significativa. Grazie a questa nuova funzionalità ogni inserzionista avrà la possibilità di escludere un determinato paese o una precisa area geografica in quanto ritenuta non interessante. Se consideriamo che il sistema è pensato per selezionare una (o più) città di base e poi indicare il “raggio di azione” della nostra promozione, è immediato comprendere che sono elevate le possibilità di destinare la nostra promozione anche a persone che non sono in linea con il nostro target.

Esempio

Se il nostro obiettivo è indirizzare la campagna agli abitanti di una singola provincia, ad es. Milano, la via più veloce sarebbe quella di selezionare come luogo Milano (e pochi altri paesi) e ampliare le zone limitrofe per raggiungere in linea d’area le persone che si trovano ad es. a 50 chilometri dai luoghi selezionati. Senza la funzione di esclusione del luogo, abbiamo una sola possibilità di arrivare esclusivamente al nostro target.

Indicare manualmente ogni singola città/paese; probabilmente il lavoro diventa alquanto lungo se consideriamo che nell’esempio di Milano sarebbero 134 i comuni coinvolti.

Con l’opzione di “deselezionare” uno o più comuni abbiamo invece la possibilità di impostare la nostra area geografica di interesse e poi in pochi minuti escludere dalla promozione i comuni che non sono di interesse per il ragiungimento degli obiettivi aziendali.

Esclusione dei luoghi advertising Facebook

Da Miglia a chilometri

Piccolo, ma significativo miglioramento per il pubblico italiano, che sicuramente ha più confidenza con l’unità di misura standard utilizzata dal nostro Paese. A prescindere dal fatto che probabilmente non proprio a tutti è chiaro quanto sia esattamente lungo un miglio, considerando che il suo valore è di 1,609344 Km (Dato Google) appare palese la complessità di arrivare ad una precisa misurazione geografica del target impostato per la nostra campagna promozionale. Via le miglia e spazio ai chilometri :)

Target regionale

Altra novità significativa. Abbiamo parlato prima dell’esigenza di poter raggiungere una provincia specifica, ma altrettanto importante è la possibilità di poter indirizzare la nostra campagna ad una singola regione. Dopo aver da tempo implementato il sistema di selezione di target regionale in altri paesi, primo tra tutti gli Stati Uniti, sembra che Facebook sia in procinto di abilitare questa importante Feature anche in Italia. Ho scritto sembra in quanto, come potete vedere dallo screenshot, ad oggi l’opzione appare nei suggerimenti, ma non si può selezionare.

N.B. se nei vostri account è stata sbloccata scrivetelo in un commento ( o via mail), in modo tale da poter tenere aggiornato l’articolo e offrire sempre un’informazione corretta. Grazie :-)

Selezione regione Liguria

Zone limitrofe

Ne abbiamo parlato in parte nei paragrafi precedenti; il sistema di advertising su Facebook consente di selezionare una città e poi estendere la promozione alle aree circostanti, impostando un raggio in linea d’area che ne estende la visibilità. In questo caso la modifica è sottile, ma rimane opportuno sottolinearla soprattutto onde evitare di investire male il nostro budget pubblicitario. Nel dettaglio:

Da città singola

Prima della modifica, quando selezionavamo una città, di default il sistema impostava unicamente quel paese ed era poi opzionale da parte dell’inserzionista la possibilità di aggiungere le zone limitrofe.

Singolo paese selezionato

Ad area di riferimento

Adesso il sistema, dopo aver impostato una qualsiasi città, automaticamente seleziona un raggio di azione di 20 chilometri, allargando il nostro target. E’ fondamentale quindi, qualora volessimo parlare unicamente a persone di comuni specifici, rimuovere “le vicinanze” ed accertarsi che stiamo veicolando il messaggio unicamente al nostro reale target.

Target area geografica

Mie considerazioni

A mio avviso questi sono piccoli, ma importanti miglioramenti che migliorano la geolocalizzazione degli annunci pubblicitari in Italia, consentendo agli inserzionisti di impostare l’area di riferimento del proprio annuncio in Km, nostra unità di misura standard e consentendo l’esclusione di luoghi che non sono di nostro interesse (prima era impresa veramente ardua). Più il sistema diventerà “sensibile” e maggiore importanza avrà la bravura nella creazione di campagne mirate sempre più targetizzate, finalizzate a parlare unicamente alle persone realmente interessate al nostro prodotto/servizio.

Come in ogni altro articolo, ogni commento, condivisione o spunto di discussione è ben accetto :)

email

Comments (2)

  1. Salve leggo sempre con molto interesse i tuoi articoli ho una domanda da porti. Ho 10 euro al giorno da investire e geolocalizzare 5 città. Roma bari napoli firenze palermo. Conviene creare 5 inserzioni da due euro su ogni città oppure posso creare una sola inserzione inserendo le 5 citta insieme. Il mio dubbio è che facebook non ripartisca esattamente i 2 euro x ogni località se le metto tutte assieme in un unica inserzione. Grazie spero in un tuo consiglio. Buon anno.

  2. Ciao Ciro,
    Se il tuo interesse è avere una distribuzione paritaria su ognuna delle città ti consiglio di realizzare 5 gruppi di annunci differenti :)

    Andrea

Pingbacks list

Leave a reply

Scrivi ora il tuo commento