Inserzioni facebook: guida completa

Attraverso i facebook ads ogni azienda ha la possibilità di promuovere a pagamento i propri prodotti/servizi ad un pubblico che, solo in Italia, raggiunge 26 milioni di persone. Come sa chi legge gli articoli del sito, è sicuramente importante avere a disposizione una piattaforma che ci consente di raggiungere un ampio numero di potenziali clienti, ma risulta ancor più rilevante la possibilità di targetizzare in modo molto specifico, per essere certi di veicolare le nostre campagne pubblicitarie unicamente ad un pubblico realmente interessato a ciò che abbiamo da raccontare (per approfondire il perché di quanto appena detto, potete leggere il mio articolo che spiega come fare marketing su facebook).

L’articolo di seguito è suddiviso in 3 paragrafi:

  • I dati sono attendibili?
  • Le possibilità di targetizzazione
  • Geolocalizzare gli annunci (le ultime novità)

Oltre a questo articolo ritengo utile consigliare la lettura di un mio post inerente i costi della Pubblicità su facebook.

Guida alle inserzioni di facebook

I dati sono attendibili?

Durante i corsi che realizzo spesso i partecipanti mi rivolgono numerose domande in relazione a come sia possibile, per il social network, raccogliere tutti i dati che poi vengono messi a disposizione della piattaforma per le aziende intenzionate a investire in pubblicità. La risposta è molto semplice: siamo noi stessi che forniamo ogni giorno decine (se non centinaia) di informazioni a facebook, dati che poi vengono rielaborati dal sistema per essere messi a disposizione di tutti coloro che intendono creare delle inserzioni pubblicitarie.

Per semplificare quanto appena detto, facciamo 2 rapidi esempi

  • Dati anagrafici

Le prime informazioni che vengono richieste al momento delle iscrizione, sono proprio i dati in oggetto. Nel momento in cui ci registriamo al portale, data di nascita e sesso sono informazioni che vengono immediatamente fornite alla piattaforma.

  • Dati di residenza

Uno dei principali motivi per cui “si vive” facebook, è la possibilità di connettersi con i propri amici.. di conseguenza, per aiutare proprio i nostri amici a trovarci (e viceversa) ognuno di noi (o quasi) è ben contento di indicare la propria località di residenza.

Se ci soffermiamo un attimo a valutare le possibilità a livello di targetizzazione, notiamo subito che, a 5 minuti dall’iscrizione, le informazioni messe a disposizione delle aziende che realizzano campagne di marketing sul social network, sono già maggiori rispetto a numerose piattaforme pubblicitarie (quanti canali tradizionali, tra cui possiamo elencare radio, tv e giornali, offrono la possibilità di selezionare in modo specifico l’età, il sesso e il paese di residenza dei potenziali clienti che vedranno l’advertising? Nessuno, almeno nessuno con questa precisione.)

Le possibilità di targetizzazione

Vediamo ora, punto per punto, tutte le possibilità di segmentazione offerte dalla piattaforma

  • Età e sesso

Lo abbiamo visto nell’esempio precedente, quindi non mi dilungo inutilmente su questo punto.

  • Posizione

Approfondiremo questo argomento nel paragrafo specifico sulla geolocalizzazione alla fine dell’articolo.

Targetizzazione sociodemografica

  • Interessi

Grazie a questa opzione, ogni azienda dopo aver selezionato la fascia d’età specifica e individuato le aree di riferimento in cui mostrare la propria campagna, ha la possibilità di targetizzare ulteriormente gli annunci in relazione a specifici interessi. Questi dati vengono raccolti dal sistema grazie ai miliardi di “Mi piace” che ogni giorno vengono messi alle Pagine e i relativi post (il dato non è casuale; come descritto nel post sulle statistiche facebook 2015, ogni giorno la piattaforma registra più di 1.900.000.000 di Mi piace) . Ogni click viene monitorato dalla piattaforma e il dato messo a disposizione di realtà di business intenzionate a fare advertising.

Alcuni esempi?

Su facebook ci sono 21 milioni di persone in Italia interessate al food & wine, 12.000.000 che vorrebbero ricevere informazioni inerenti autoveicoli e 11 milioni di iscritti che ricevono quotidianamente aggiornamenti rispetto a temi legati alla salute.

Le opzioni viste fino ad ora consentirebbero alla piattaforma di essere senza dubbio il miglior sistema di segmentazione di mercato finalizzato per realizzare realizzare campagne di marketing aziendali. Ma abbiamo elencato solo una piccola parte del potenziale del social. Continuiamo ora nell’approfondire le ulteriori possibilità

  • Connessioni

Grazie alle connessioni, ogni amministratore di una (o più) Pagine fb, può decidere di mostrare gli annunci unicamente ai propri fan. E’ possibile quindi promuovere dei post unicamente a coloro che hanno cliccato Mi piace, veicolare il messaggio agli amici dei nostri iscritti oppure, laddove ad esempio vogliamo realizzare una campagna di visibilità per attirare nuovi potenziali clienti, escludere coloro che sono già connessi alla Pagina. In questo modo, creando le inserzioni in modo accurato, avremo la possibilità di comunicare sempre con lo specifico target di riferimento, con una conseguente ottimizzazione delle risorse investite.

  • Lingue

La piattaforma pubblicitaria offre la possibilità di mandare un messaggio a coloro che parlano una determinata lingua, molto utile per aziende che fanno export oppure turismo.

Ad esempio immaginiamo un tour operator che vuole attirare turisti residenti nel Giappone in Italia; poiché nelle strutture alberghiere non è presente personale madrelingua giapponese, è necessario rivolgerci a persone che conoscono l’inglese. In questo caso, grazie al gestore delle inserzioni scopriamo immediatamente che sono presenti sul sito 22 milioni di persone in target (residenti in Giappone) e che 1.200.000 di loro parlano inglese. Impostando nel modo corretto l’annuncio (tecnicamente questa impostazione è a livello di gruppo di annunci, così come tutti i settaggi relativi al target) possiamo raggiungere con precisione solo le persone in grado di comprendere il messaggio della nostra campagna pubblicitaria (di questi, hanno già dichiarato in 140 mila di essere interessati all’Italia).

Comportamenti

Comportamenti utenti

Questa sezione, alquanto articolata, si divide in 5 sotto-aree:

  • Attività digitali

Si ha la possibilità di rivolgersi unicamente a persone che amministrano una Pagina facebook.

  • Attività stagionali ed eventi
  • Espatriati
  • Utenti di dispositivo mobile

Molto interessante questa sezione, che consente di veicolare messaggi unicamente a chi possiede un determinato dispositivo, sia esso smartphone o tablet. E’ così accurata da permettere di selezionare ad unicamente chi possiede un iPad (con divisione per singolo modello), un iPhone oppure un telefono di qualsiasi altro marchio, quali ad esempio Samsung, Nokia, Blackberry e tutti gli altri (una curiosità? Ad oggi in Italia ci sono 1.000.000 di persone che hanno già acquistato un iPhone 6).

  • Viaggi

Il turismo, ricoprendo circa il 50% del valore totale dell’e-commerce, è uno dei settori più importanti del commercio online. Ben consapevoli di questo, a Palo Alto hanno creato una serie di opzioni dedicate alle aziende che operano in questo settore. Econe di seguito alcuni esempi:

  1. Attualmente in viaggio, ovvero coloro che stanno realizzando un viaggio proprio nel momento dell’inserzione
  2. Viaggi di lavoro, finalizzato a individuare tutta la clientela business
  3. Di ritorno da un viaggio
  4. Pendolari, anche se non strettamente attinente al settore turistico, è un’opzione decisamente molto interessante per tutte le compagnie di trasporto pubblico o privato (prendiamo ad esempio i portali di carsharing)
  5. Viaggio in programma, con una selezione che consente inoltre di selezionare la nazione in cui le persone stanno programmando la propria vacanza.

Altri dati demografici

Le possibilità di suddivisione del pubblico in quest’area si dividono in:

  • relazione, rispettivamente distinta tra orientamento sessuale e situazione sentimentale
  • istruzione, che consente di selezionare anche una specifica università o istituto in cui si sono effettuati gli studi
  • Lavoro, diviso per tipologia di lavoro, datore e titoli professionali
  • Affinità di etnia
  • Generazione
  • Genitori, suddividendo la categoria in relazione all’età precisa del proprio bambino
  • Politica, disponibile solo per gli Stati Uniti
  • Avvenimenti importanti, che racchiude al suo interno importanti categorie come compleanni, anniversari, traslochi e matrimoni

Questo segmento è stata introdotto nella prima metà del 2014, se vi fa piacere potete approfondirlo in un mio articolo dedicato scritto appunto nel maggio dello stesso anno, dal titolo “le nuove possibilità di targetizzazione per le inserzioni di facebook“.

Geolocalizzare gli annunci

Ultimo paragrafo, ma non in termini di importanza, è quello relativo alla geolocalizzazione. Analogamente a quanto visto in precedenza, fb sta lavorando da tempo su questo importantissimo aspetto. Prima delle ultime evoluzioni di queste settimane, c’era stato un importante cambiamento apportato al sistema durante la fine del 2013 (per informazioni precise a riguardo rimando ad un mio post scritto a dicembre nel medesimo anno –> Cambia la geolocalizzazione per la pubblicità su facebook).

Fino ad un mese fa era possibile effettuare una selezione geografica relativa a:

  • Nazione
  • Regione, opzione resa disponibile (e funzionante) in Italia a partire dalla fine del  2014
  • Città e dintorni, selezionando quindi aree specifiche di riferimento in modo semplice
  • Esclusione dei luoghi, che consente di escludere tutti coloro che sono in una determinata area.

Suddivisione per motivazione

Scelta posizioni geografiche

Come scritto nel titoletto, ecco la grande novità introdotta. E’ ora possibile scegliere tra 4 diverse opzioni:

  • Ognuno in questo luogo

In questo caso nessuna modifica rispetto alle funzionalità già presenti.

  • Le persone che vivono nell’area selezionata

Utile per chi offre servizi ai residenti, come ad esempio uno studio di commercialisti/avvocati, un ente pubblico che vuole comunicare in modo realmente efficace quanto realizzato o uno studio medico.

  • Gli utenti che di recente si trovavano nella posizione

Più di 17 milioni di persone si collegano a facebook tramite un dispositivo mobile. Grazie ai dati del gps, ma soprattutto per merito delle informazioni che noi stessi forniamo (pensate a quante volte avete visto un amico scrivere che si trovava in un determinano luogo), il sistema di Mark Zuckerberg può, in modo molto semplice, mettere a servizio questo dato per una campagna di marketing.

  • Persone che viaggiano nella località

Ritorniamo in questo caso al settore turistico che, già detto prima, risulta strategicamente fondamentale per tutto ciò che riguarda il business online (stiamo parlando di budget complessivi mondiali superiori ai 300 miliardi di €).

Considerazioni conclusive

Riassumendo quanto scritto all’interno dell’articolo, si può tranquillamente affermare che:

  1. Ad oggi facebook è la piattaforma che in assoluto consente di profilare il target delle nostre campagne pubblicitarie con la maggior precisione rispetto ad ogni altro media attualmente disponibile;
  2. Come più volte scritto in questi anni, non possiamo pensare di utilizzare questo strumento alla stregua di una locandina pubblicitaria (come suggerito ad inizio articolo, potete approfondire l’argomento nel post Come fare marketing su facebook in 5 semplici passi);
  3. Ma quindi si può vendere su facebook? La risposta è “si”, ma prima di iniziare la vostra strategia sulla piattaforma vi suggerisco di leggere l’articolo appena linkato).
email

Comments (3)

  1. Leonardo Bedeschi

    Salve,

    nella sezione “Comportamenti”, alla voce “Attività digitali”, Lei cosa intende esattamente con “Si ha la possibilità di rivolgersi unicamente a persone che amministrano una Pagina facebook”?
    Si tratta semplicemente di privati o di amministratori di pagine aziendali o di chi?

    Saluto e ringrazio cordialmente.

Pingbacks list

Leave a reply

Scrivi ora il tuo commento