Plugin sociali di Facebook: tutte le novità 2016

Dopo numerosi numeri dedicati alle strategie di marketing, oggi vi presento un articolo più tecnico per aiutarvi a integrare il sito internet con Facebook.

I plugin sociali e un sito web costruito in modo strategico ed efficace possono essere validi alleati per chiunque voglia formulare una strategia di marketing efficace per la propria agenzia di viaggi. È, dunque, importante imparare a utilizzare al meglio queste risorse.
articoli-rubrica-andrea-pruiti-adv-training

I plugin di Facebook: funzioni e novità

plugin-social-facebook

I plugin sociali del portale creato da Mark Zuckerberg permettono di integrare in modo semplice e rapido i contenuti della propria pagina web al social network più popolare e visitato al mondo. I vantaggi si intuiscono facilmente: inserire i widget di Facebook sul proprio sito significa permettere a chi visita la pagina di condividerne i contenuti con un solo click aiutandovi a veicolare i messaggi aziendali.

Nonostante questi strumenti esistano già da diverso tempo, il social network di Palo Alto li mantiene in costante aggiornamento, aggiungendone periodicamente di nuovi per adattarli alle esigenze degli utenti e alle continue evoluzioni del web. Il 2016, in particolare, ha visto l’introduzione di 10 funzioni inedite, presentate durante l’evento annuale F8 (per essere precisi alcune erano già disponibili).

Prima tra tutte le news è l’introduzione degli Instant Articles (articoli istantanei), utili in particolare a tutti coloro che gestiscono e-magazine o, più semplicemente, ai siti che pubblicano regolarmente articoli o altri tipi di contenuti testuali. Facebook permette ora a tutti gli editori, e non più solo alle grandi aziende e testate giornalistiche, di condividere sul social i propri articoli in una veste grafica ancora più dinamica e interattiva e con tempi di caricamento istantanei, permettendo così agli utenti una migliore esperienza di utilizzo.

Sono stati annunciati miglioramenti anche per il plugin che permette di incorporare i post pubblicati su Facebook all’interno del proprio sito. Nonostante non si tratti di una vera e propria novità, grazie a questo aggiornamento sarà possibile incorporare qualsiasi contenuto pubblico direttamente dal post stesso, con la possibilità di modificare la lingua, l’altezza e l’ampiezza del box. Le stesse modalità di incorporazione sono previste anche per i singoli commenti e per i video live, che rimarranno visualizzabili anche una volta finita la diretta.

Il tasto “salva”, già presente su tutti i post condivisi su Facebook, potrà ora essere incluso direttamente all’interno di qualsiasi articolo pubblicato sul vostro sito. Si tratta di uno strumento molto utile per permettere a tutti i visitatori della vostra pagina web di creare un vero e proprio segnalibro collegato al loro profilo Facebook che possa reindirizzarli in qualsiasi momento al contenuto salvato.

Interessante novità è anche quella del plugin “share quote” che consente a chi vi legge di condividere qualsiasi porzione di testo sulla propria bacheca con un solo click. Facebook ha poi provveduto a migliorare le modalità di condivisione da dispositivo mobile, finora appesantita dall’apertura di una nuova finestra, attraverso una minima integrazione del codice di condivisione. Un altro strumento, utile soprattutto agli sviluppatori è lo “sharing debugger”, che permette di individuare e correggere gli errori che impediscono agli utenti di condividere correttamente i contenuti del vostro sito web sulle loro bacheche.

Buone notizie anche per tutti coloro che amano tenere d’occhio l’attività dei visitatori del proprio sito: grazie alla funzione “sharing insights” sarà possibile accedere a statistiche riguardanti genere, età e localizzazione di chi condivide i vostri post sulla propria bacheca. In ultimo, sono state aumentate le possibilità di moderazione dei commenti lasciati attraverso il profilo Facebook, aiuto utilissimo soprattutto per combattere lo spam.

Quali plugin utilizzare?

Come sicuramente avrete intuito, i plugin messi a disposizione da Facebook sono molteplici e ampliano sensibilmente le opzioni di condivisione a disposizione degli utenti. Oltre alle novità presentate durante l’ultimo F8, come il plugin “quote”, di cui abbiamo già parlato, i plugin sociali di Facebook integrabili sui siti web sono fondamentalmente i seguenti:

  • Tasto “Salva”: permette agli utenti di salvare, all’interno di una lista privata, qualsiasi contenuto che appaia sulla loro bacheca;
  • Tasto “Mi piace”: iconica modalità di interazione del social network di Palo Alto che di certo non necessita di ulteriori presentazioni;
  • Tasto “Condividi”: grazie a questa funzione, gli utenti possono condividere contenuti sulla propria bacheca, oppure con amici o gruppi;
  • Tasto “Invia”: questo plugin consente a chi visita il vostro sito di inviarne privatamente il contenuto ad amici o gruppi attraverso la chat di Facebook;
  • Commenti, post e video incorporati: Facebook permette di inserire all’interno del vostro sito post e video, oppure i singoli commenti, purchè siano pubblici;
  • Plugin “Page”: consente di incorporare facilmente elementi della vostra pagina Facebook sul vostro sito.
  • Plugin “commenti”: si tratta di uno strumento utile per permettere agli utenti di commentare i contenuti del vostro sito attraverso il loro account di Facebook.
  • Tasto “Follow”: con l’opzione “follow”, è possibile visualizzare sulla propria bacheca gli aggiornamenti pubblici delle persone o delle pagine seguite.

Naturalmente, tutti i plugin messi a disposizione da Facebook presentano i loro vantaggi.

Ma quali sono quelli che non devono realmente mai mancare all’interno del vostro sito?

Due strumenti indispensabili per qualsiasi azienda che voglia aumentare la visibilità del proprio sito web su Facebook sono senz’altro il pulsante “Mi piace” e il pulsante “Condividi”. Infatti, entrambi permettono una maggiore diffusione dei contenuti del vostro sito sulle bacheche degli utenti. Anche decidere di incorporare la propria pagina Facebook può favorire una maggiore visibilità sul social network, in quanto permette agli utenti di mettere “mi piace” direttamente dal vostro sito. In ultimo, il mio consiglio è quello di installare anche il plugin “Commenti”, così da permettere a chi visita il vostro sito di commentarne i contenuti direttamente dal loro account Facebook.

N.B. E’ importante ricordare che non saranno mai i singoli plugin a farvi acquisire nuovi clienti. Certo, possono essere un supporto valido per aumentare la visibilità e facilitare la diffusione della vostra agenzia sul web e utilizzarli vi permette di condividere facilmente contenuti sui social network, ma ciò che potrà realmente incrementare le vostre vendite sarà solo una strategia di marketing su Facebook efficace e ben strutturata.

Come integrare i plugin

Di seguito vi spiegherò come integrare i plugin sociali di Facebook all’interno del vostro sito, indipendentemente da quale piattaforma abbiate scelto, per poi rivolgermi in particolare a chi invece utilizza WordPress (CMS che attualmente io utilizzo sul mio blog).

Come già detto, uno dei plugin che non dovrebbe mai mancare su un sito aziendale è quello del pulsante “Mi piace”. Integrarlo sulla vostra pagina è molto semplice.

Vi basterà, infatti, utilizzare il configuratore messo a disposizione da Facebook (https://developers.facebook.com/docs/plugins/like-button#configurator), scegliendo prima di tutto il link del sito o della pagina che volete associare al tasto like.

pulsante-mi-piace

Una volta copiato e incollato all’interno del configuratore e scelta l’ampiezza del pulsante, potrete generare il codice del plugin e inserirlo nell’HTML del sito. Questo procedimento è valido per la maggior parte dei plugin sociali di Facebok.

Per chi usa WordPress, io attualmente uso il plugin Digg Digg che genera in automatico una vera e propria barra di condivisione in grado di condividere la vostra pagina su tutti i principali social network. Potete chiedere al vostro webmaster di installare il plugin, ma in ogni caso l’installazione non è particolarmente complicata per chi conosce il CMS. Una volta effettuato il download ed estratto il file, copiate la cartella “digg-digg” in /wp-content/plugins/. A questo punto, attivate il plugin dal menù “Plugins” di WordPress e personalizzatelo cliccando su “Digg Digg” nella sezione “Impostazioni”.

email